Intervista

Intervista a Rosemary3

a cura di

Raggioluminoso


Rosemary3 nel giugno del 2006 “approdò” su Splinder ed aprì un  blog “Versi in rima sciolta …” e, da quel momento, diversi blog collettivi vedono la sua fattiva partecipazione.
Ha partecipato a due concorsi in vernacolo, banditi dall’associazione culturale “ Il Faro” e una sua lirica è presente in: “Sinfonia Dialettale – 1° concorso Nazionale”, Ed. Viavai – Roma, 2008

Ha elaborato un E-book in vernacolo in metrica giapponese su  “Memorie di una geisha”.
Ha pubblicato una silloge di sue poesie “Pagine al vento”, ed. Lulu, anno 2009.
Su La Mente e il Cuore ha postato tantissimi scritti “come un fiume in piena” e sarebbe veramente difficile poterli citare. Spesso la vetrina di Attimi ha messo in evidenza le sue poesie, tanto che è anche presente in “Antologia – La Mente e il Cuore”, Ed. Lulu, 2008. Anche recentemente (febbraio 2011), la sua lirica “Il mare” ha meritato l’attenzione della redazione di questo Salotto Letterario

(cfr: http://www.lamenteeilcuore.it/index.php?option=com_content&view=article&id=272:intervista-a-rosa-maria-di-falco&catid=43:interviste&Itemid=60)

D: – Cosa ha determinato la tua scelta in riferimento allo pseudonimo che hai scelto?
R: – È stata una scelta casuale…

D: – Da quanto tempo scrivi e cosa ti ispira – quali sono i tuoi punti di riferimento: autori, sensazioni e/o emozioni che provi? Da cosa trai la tua ispirazione?
R: – Ho iniziato a scrivere in versi quasi per gioco nel 2006, “manipolando” in classe, assieme ai miei meravigliosi alunni, testi poetici di famosi autori italiani.
La mia musa ispiratrice è la natura, infatti, ciò che mi spinge a scrivere in versi è il prepotente bisogno di dipingere la natura e le emozioni che essa suscita, scrivendo pagine di un libro ancora aperto…
Dipingere la natura nelle sue mille sfaccettature e poterne cogliere gli smaglianti “toni arabescati in un arcobaleno di emozioni” è il fine della mia poesia.
Amo particolarmente dipingere i colori del tramonto e, di fronte ad esso, mi perdo estasiata. M’assale, infatti, una sorta di malinconia quando “ il logoro giorno cede la luce alla tetra notte e i barbagli dalle calde sfumature riflettono nell’incantevole volta gli avanzi del dì appena trascorso …”
Gli autori dai quali traggo ispirazione sono Ungaretti, Merini, Neruda, Dickinson…

D: – Ti cimenti molto bene con qualsiasi tipo di metrica poetica, anche quella giapponese. Vorresti raccontarci le tue emozioni, se sono diverse mentre componi, se la tua mente “pensa in modo diverso” mentre elabori le tue opere?

R: – No, mentre compongo entro in perfetta sintonia con le mie emozioni, anche se con sfumature diverse, a seconda dei temi trattati.

D:  – Sei molto brava a costruire video con l’utilizzo delle slide, trovi che sia forma espressiva ugualmente valida per veicolare i messaggi che vuoi trasferire ai lettori?

R: – A volte è difficile, ma credo che con le immagini scelte in maniera oculata si possa raggiungere l’obiettivo.

D: – Scrivi poesie sulla tua terra e da esse sempre si evincono grandi colori, solarità e profumi, soprattutto di zagare. Che rapporto hai con le tue radici?

R: – Semplicemente meraviglioso! Amo la mia terra e nelle mie composizioni cerco di trasferire tutto l’amore per essa: spero si riesca a coglierlo…

D: – Componi poesie dialettali, cosa trovi di diverso in questa forma espressiva, rispetto all’uso della lingua italiana?

R: – Qualcosa cambia sicuramente: tener conto della musicalità è la cosa che all’inizio mi è riuscita più difficile; ma quando ho imparato ad essere padrona della tecnica, tutto è stato più semplice, quasi naturale.

D: – Quali sono i valori a cui dai più importanza? Qual è l’idea che ti piacerebbe infondere nel lettore?

R: – I valori che per me contano sono l’amicizia, la lealtà e combattere l’ipocrisia che “tanto stimata è in questo mondo”.
Mi piacerebbe trasferire nel lettore, integre, le mie emozioni più immediate.

D: – Molti hanno scritto di te, attraverso recensioni e/o commenti, quale pensi che sia la frase che meglio ti rappresenta, o quale quella che ha colto meglio nel segno?

R: – Credo siano quelle scelte dalla poetessa – scrittrice,  Eufemia Griffo, che mi hanno ampiamente rappresentata: “La forza poetica di Rosa Maria Di Falco è affidata alle parole, ciascuna scelta sapientemente e mai a caso, sempre dettate dalla capacità espressiva della scrittrice, dal suo lirismo che assurge a vette di altissima lirica, coniugando femminilità, vissuti, passione: non potrebbe essere altrimenti, dato le origini dell’autrice (nella bella terra di Sicilia), eleganza e cultura poetica”.

D: – Perché la scelta di un blog? Cosa rappresenta per te?

R:- È uno spazio interiore che mi piace rivelare anche agli amici…

D: – Una domanda che non ti ho fatto, ma che avresti voluto ti facessi.

R: – Credo che tu abbia ampiamente spaziato per offrirmi l’opportunità, in poche righe, di farmi conoscere dagli autori di La Mente e il Cuore, luogo a me molto caro…
Una grande sensibilità d’animo che è propria di questa autrice e che lei stessa ha bene espresso rispondendo alle domande che le sono state poste. Artista raffinata ed elegante, la sua positività e il suo amore assumono concretezza e gli occhi possono toccare realmente il suo animo, attraverso la percezione delle emozioni donate dai suoi versi.

Volevo sottoporre all’attenzione dei lettori una sua poesia, che riporto di seguito e che mi ha particolarmente colpita, sebbene sia davvero difficile poter effettuare una “scelta”, poiché ogni sua lirica ha un che di affascinante.

https://i2.wp.com/i50.tinypic.com/sv6v5k.gif

Il mondo in un abbraccio

Su un foglio
traccio il mondo
e un arcobaleno,
in un gioco di colori e luci,
intòno…

Affido al vento
un soave canto che,
pennellando di magìa le attese,
veste d’argento i sogni di bambini…

Con un abbraccio
ho tinteggiàto il mondo…

© Rosemary3

https://i2.wp.com/i50.tinypic.com/sv6v5k.gif
Grande la capacità di questa poetessa di regalarci un fascino suggestivo, riscrivendo un mondo e avviluppandolo dai colori dell’arcobaleno. Una positività espressa con le luci di una delicatissima melodia che lei stessa intona. Dunque a noi regala cori d’una sinfonia tratteggiata in versi che ammaliano e avvincono il lettore. Un canto che è affidato al vento che riveste di argentea magia le attese dei bambini.
Un immenso abbraccio, quello di questa poetessa, che “rinfresca” e affascina, grazie anche alla sua gioia variopinta, rivestita di Amore Universale, non solo chi ha ancora il cassetto pieno di sogni. 

https://i2.wp.com/i50.tinypic.com/sv6v5k.gif

Un grazie particolare a Rosemary3 per la sua disponibilità e complimenti per l’espressività della sua arte poetica che dona al lettore momenti di grande suggestione.

Raggioluminoso

Per leggere i versi di Rosa Maria Di Falco,
alias Rosemary3:

Red Poison…
Sakura No Hana
Versi in rima sciolta…

La Nostra Commedia

Memorie Di Una Geisha

Intervista a Rosemary3

a cura di

Eufemia Griffo

1) Presentati brevemente, indicando anche il tuo blog, se ne usi uno per pubblicare.

Vivo ed insegno a Comiso, nel ragusano (Sicilia). Ho frequentato l’istituto magistrale a Vittoria, dove sono nata, e completato gli studi presso l’università di Catania nella facoltà di Pedagogia e Filosofia. Superati vari concorsi, entro nel mondo della scuola e  all’insegnamento mi sono dedicata con amore ed entusiasmo.
Ho partecipato a due concorsi in vernacolo, bandito dall’associazione culturale “ Il Faro” e ho pubblicato una silloge di poesie ed. Lulu, “Pagine al vento”. cona la recensione curata da Eufemia Griffo.
Ho aperto ben quattro blog , due su wordpress e due su blogspot.
https://rosemary3x.wordpress.com
http://rosemry3x.wordpress.com
http://rosemary-3.blogspot.com
http://rosemary-3y.blogspot.com

2) Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto e perché?

Ho iniziato a scrivere quasi per gioco, manipolando in classe con i miei alunni testi di autori famosi . Ciò che mi spinge a scrivere è il prepotente bisogno di dipingere la natura e le emozioni che essa suscita.
Dipingere la natura nelle sue mille sfaccettature e poterne cogliere gli smaglianti toni arabescati in un arcobaleno di emozioni è, infatti, il fine della mia poesia.
Amo particolarmente dipingere i colori di un tramonto e di fronte ad esso perdermi incantata con una sorta di malinconia quando “ il logoro giorno cede la luce alla tetra notte e i barbagli dalle calde sfumature riflettono nell’incantevole volta gli avanzi del dì appena trascorso…”

3) Che genere di poesia scrivi? Se più di uno, in quale pensi di riuscire ad esprimerti meglio?

Uso nel comporre un testo in versi una metrica libera, non disdegnando le composizioni in metrica  giapponese che ho imparato ad apprezzare e ad amare.

4) Il tuo lavoro è influenzato/ispirato da qualche poeta del passato? Se sì, chi è e in che modo ti influenza/ispira?

Non c’è un univoco modello cui io mi ispiri: amo Ungaretti e la Merini, per la poesia,  e Pirandello, per la versione prosastica.

5) Definisci il tuo stile poetico con un aggettivo e spiegane il motivo.

Definirei il mio stile introspettivo e allo stesso tempo descrittivo: esternare le proprie emozioni e dipingere la natura ed armonizzare il tutto in una perfetta sinestesia.

6) Tutti i poeti hanno delle parole, delle frasi che non riescono a fare a meno di usare. Quali sono le tue parole o frasi più ricorrenti?

Le espressioni più ricorrenti riguardano sempre il passato che rivedo con un velo di rimpianto.

7) Si dice che per vedere il mondo per quello che è veramente si dovrebbero guardare commedianti, artisti e poeti. Che cosa pensi emerga spontaneamente dalle tue opere?

Credo che emerga una visione del mondo tratteggiata da un’apparente disillusione che
“barlumi” di speranza cela.

8) Spesso i poeti sono attivi anche in altri campi creativi. Oltre alla poesia ti esprimi anche in altri campi artistici non-letterari? Quali?

Amo allestire a scuola laboratori teatrali con relativi copioni, a volte tradotti in dialetto, sfocianti in conseguenti spettacoli.

9) Quale tipo di letture preferisci?

Le mie letture spaziano dai classici della  letteratura italiana e straniera alle opere filosofiche di ogni tempo.

10) In tempi recenti è sempre più frequente la pubblicazione di poesie su blog o social network. Molto spesso si possono trovare lavori interessanti e ben scritti. C’è qualche poeta che torni a leggere di frequente e che vorresti raccomandare? (se possibile aggiungi anche il link al blog).

 Il tempo a volte è il mio peggior tiranno!

11) Hai mai pubblicato una raccolta personale delle tue poesie? Se sì fanne una breve descrizione indicando anche i dettagli della pubblicazione (editore, distributore).

Ho pubblicato una mia silloge poetica, “Pagine al vento”, ed. Lulu.

12) Spesso i poeti sono persone eccentriche. C’è qualcosa di te che rientri in questa definizione?

Non oso definirmi poeta e quindi non riscontro in me eccentricità.

13) Per chiudere l’intervista, cita tre dei tuoi versi che credi siano i migliori (indicando tra parentesi il titolo della poesia e, se pubblicata, dove leggerla).

Ritengo che questi versi meglio mi rappresentino.
“Dipingo così
sulla tela
il mio domani…”
Da “Il mio mare” –  https://rosemary3x.wordpress.com

È possibile leggere tutte le interviste che via via saranno pubblicate anche sul nostro sito, cliccando su questo banner
599307_564163986965138_2078815686_n
http://memorygeisha.sitiwebs.com/page38.html

Le domande rivolte agli haijin sono state tratte dal blog Poeti d’ombra, col consenso dell’autore Francesco Vitellini, quale form generico per gli Artisti di Memorie di una Geisha, avendolo trovato assai stimolante e originale.

3 commenti

3 thoughts on “Intervista

  1. Ciao Ros, ho letto con sommo piacere le due interviste e devo dire completano magistralmente l’espressione dei tuoi versi. In particolare l’amore per Ungaretti, Merini, Neruda, Dickinson e per la tua terra.
    Complimenti vivissimi.
    rinaldo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...