Archivi

Clown…

Furtiva una lacrima
cela:
malinconìa di un attimo
che l’animo
invade…

Al microscopio
fantasmi sfilano,
brandelli di vita
ricucendo…

Promessa d’amore eterno?

… Per sempre spenta
nel buio dell’attesa…

Annunci

Sfoglio il passàto…

Brano selezionato dal multiblog LaNostraCommedia

Tutto,
il tèmpo spazza via…
Ricordi
che nell’oblìo
veleggiano
e
intatti
sopravvivono,
trascinando momenti vibranti
che all’àttimo
resistono…
Rincorro
a piedi scalzi il tèmpo
che par mi fugga
dalle sbiadite mani…

È una curiosa creatura il passato…

@ Rosemary3

Incipit di Emily Dickinson “È una curiosa creatura il passàto…”

Al primo chiarore…

Al primo chiarore dell’alba
le ombre notturne
sbiadiscono…

I cirri l’orizzonte
incorniciano e leggeri
l’azzurro
solcano,
mentre il vento i sogni
dilegua,
confidando all’albero
i suoi segreti,
soffio gelido che la quiete mattutina
scompone,
sfiorando l’immensa coltre
come un cappello intessuto di rughe…

@ Rosemary3

Lento valzer…

Ricordi
tra preziosi scrigni
custoditi:
lento valzer
di silenti promesse
fra stonate coreografie,
accennato…

Intatta una ruga trèmola
tra palpitànti soffi di polvere
incipriata…

@ Rosemary3

Gocce di inchiostro…

Gocce d’inchiostro sulla tela
han dipinto la notte…
Le stelle e la luna
con riflessi madreperlati,
pennellando
il manto delle tenebre,
illuminano
i fantasmi dei ricordi
che
consegnano
le remote sembianze,
scolorendone le gelide fughe…
Esuli le ore
tramano sogni cristallizzati,
approdando
in suadenti ritocchi…

@ Rosemary3

Creatura eterea…

Adagiata su un giaciglio
di nuvole e sogni,
la tua immagine,
in un gioco di sinuosi riflessi,
si ripete
in eteree sincronìe…

Complice, la notte,
custodisce le levigate illusioni:
ne veglia e ne accarezza
il respiro…

Fruga inerte la luna,
divertendosi a piroettare
con le ombre,
figure diafane che intorno
volteggiano e,
come velate
da bizzarre coltri,
si confondono tra
insinuanti carezze…

© Rosemary3

@tutti i diritti sono riservati

Sul palmo della mia mano…

Sul palmo della mano
una piccola sfèra luminosa…

Scende la sera,
la luna si diverte a piroettare
la mia immagine
in un
gioco di riflessi argentei,
ripetendoli in movimenti sfumati:
eteree, sìncrone sinfonìe…

Gioca con le creature notturne:
diàfane figure,
tenui e fioche,
danzano davanti
a me…

© Rosemary3

@tutti i diritti sono riservati

La mia màschera…

La mia màschera
con frenesìa
indosso e,
quando tutto intorno è buio,
nascondo l’io che tanto
mi rapisce…

Allor,
sepolto ogni sentimento,
recito a soggetto
e scrosciànti plausi
accompagnan le mie gesta:
io mi inchino e continuo
a recitar a soggetto…

© Rosemary3