Archivi

Sfoglio il passàto…

Brano selezionato dal multiblog LaNostraCommedia

Tutto,
il tèmpo spazza via…
Ricordi
che nell’oblìo
veleggiano
e
intatti
sopravvivono,
trascinando momenti vibranti
che all’àttimo
resistono…
Rincorro
a piedi scalzi il tèmpo
che par mi fugga
dalle sbiadite mani…

È una curiosa creatura il passato…

@ Rosemary3

Incipit di Emily Dickinson “È una curiosa creatura il passàto…”

Lento valzer…

Ricordi
tra preziosi scrigni
custoditi:
lento valzer
di silenti promesse
fra stonate coreografie,
accennato…

Intatta una ruga trèmola
tra palpitànti soffi di polvere
incipriata…

@ Rosemary3

Fanciùlla tornar vorrei…

madreNascosta tra timidi respiri,
fermar vorrei
l’immagine a me cara…

Il tempo scalfìto non ha
il tuo ricordo
che ai lustri
vìvido resiste…

Fanciùlla tornar
vorrei
e risentir l’eco dei passi tuoi
e la voce tua il cuore mio scaldare

© Rosemary3

Immagine in rete rielaborata

Olèzzo di gioventù…

Alla mente
fresche arsùre tornano:
lente le immagini sbiadiscono,
spettinando le nìvee emozioni
e navigando
sull’usùra della mòrsa
del mellìfluo girovagare…

Va la giostra della vita
e con frenesìa
girando,
fuga di un cielo bigio
le nubi…

© Rosemary3

J’aime la mer…

Amo il mare…                 


… ne amo i palpiti,
ne amo il canto,
quando sulla battigia
ne riconosco il suono…

La seducente brezza
le effìmere illusioni
accarezza e,
lasciandomi cullare
dai ricordi,
rivivo
il perduto tèmpo…

Rivedo te
accanto a me
che nugoli sgombri,
lenendo i tormenti,
e le angosce placando…

Allor pian piano
scivolo
sul mare dei rimpianti…

Rosemary3

Altalenante amor…

Brano selezionato su La Nostra Commedia

Ed io a te m’affido,
a te che dell’amor hai pianto
e che del pianto ne hai fatto vita…

Sembianza che sparisce e
che rapisce nel seme dell’amore…

Segretamente t’amo e non t’amo
e in questo altalenar
m’arrendo…

Dolcemente a te concedo
il fuoco ch’arse
allor che vita apparve,
splendida fanciulla…

© Rosemary3

 

La fiaba ha inizio…

Il sole gli ultimi barbagli
cede,
s’accendono le luci:
la fiaba
ha inizio…

Salgo con te sul palco
dei ricordi:
pian piano lacrime scendono
sull’orda dei rimpianti
a riaffiorar un profumo d’altri tempi…

Candida riappar una rosa
che d’incanto par un riverbero
aver rubato alle memorie

Invitanti palpiti
davanti agli occhi
ondeggiano

 © Rosemary3