Archivi

Sfoglio il passàto…

Brano selezionato dal multiblog LaNostraCommedia

Tutto,
il tèmpo spazza via…
Ricordi
che nell’oblìo
veleggiano
e
intatti
sopravvivono,
trascinando momenti vibranti
che all’àttimo
resistono…
Rincorro
a piedi scalzi il tèmpo
che par mi fugga
dalle sbiadite mani…

È una curiosa creatura il passato…

@ Rosemary3

Incipit di Emily Dickinson “È una curiosa creatura il passàto…”

Al primo chiarore…

Al primo chiarore dell’alba
le ombre notturne
sbiadiscono…

I cirri l’orizzonte
incorniciano e leggeri
l’azzurro
solcano,
mentre il vento i sogni
dilegua,
confidando all’albero
i suoi segreti,
soffio gelido che la quiete mattutina
scompone,
sfiorando l’immensa coltre
come un cappello intessuto di rughe…

@ Rosemary3

Crepùscolo d’inverno…

Il cielo bigio
col mare i suoi toni
confonde…

I vellutati riverberi
giocano con i cinerei bagliori,
danzando sulle note d’un lento valzer
e, disegnando
le ombre del crepùscolo,
barattano l’incarnato invernale
con un mellifluo risveglio,
additandone l’ineluttabile scenario
e vergando con decisi tratti
gli inconsueti intarsi…

© Rosemary3

L’automne…

Si insinua tra gli alberi
il sole ottobrino:
un nuovo giorno
s’apre,
versando
l’ultimo opprimente alito…

S’affaccia così l’autunno,
sussurrando ancor
un accorato incanto…

© Rosemary3

Gocce di inchiostro…

Gocce d’inchiostro sulla tela
han dipinto la notte…
Le stelle e la luna
con riflessi madreperlati,
pennellando
il manto delle tenebre,
illuminano
i fantasmi dei ricordi
che
consegnano
le remote sembianze,
scolorendone le gelide fughe…
Esuli le ore
tramano sogni cristallizzati,
approdando
in suadenti ritocchi…

@ Rosemary3

Come piuma…

Come piuma
al dolce zefiro,
volteggi
sul palco in chiaroscuro…

Istanti magici che esplodono
in una miriade di corpuscoli vaganti…

Dialogo eterno
di vibrante corpo
che come onda
s’increspa
al sinuoso andar
dello smarrito tempo…

Attimi spenti
di uno spensierato gioco
che cullano il risorgere del sole…

© Rosemary3

Immagine in rete

Incalza l’autunno…

Filtra il sole dalle chiuse imposte
mesti baglior
violando…

Un’anonima alba
agli occhi s’apre,
l’ultimo respiro d’estate
stillando,
mentre la luna coi pensieri
danza,
tra i capelli
spruzzando
barlumi d’argento…

Si insinua così l’autunno,
arrecando i segni
di un’età che avanza…

© Rosemary3

Immagine in rete rielaborata

 

Ultima domenica d’agosto…

All’orizzonte,
sospinte da un dolce zefiro,
due bianche vele…

Del mare ne catturo
il perpetuo moto
e i miei pensieri
intrufolo
nei giochi
di un infante ignaro
che con la sabbia
i suoi sogni
plasma…

L’assorta mamma,
osserva
ed un’amara piega,
il suo volto
increspa…

© Rosemary3